Gazzetta di Modena – “Migranti tra l’eurodeputata Schlein e il prefetto Paba”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Incontro con una discussione pacata quello di ieri mattina tra il prefetto Patrizia Paba e la parlamentare europea Elly Schlein.
La visita di cortesia era stata richiesta dalla deputata, italiana a dispetto del cognome anche se nata a Lugano nel 1985, con un obbiettivo preciso, quello di avere un panorama completo sulle strutture di accoglienza degli stranieri a Modena e provincia. Per la Schleim, un impegno politico nel Pd e a sostegno di Prodi prima del siluramento del 2013, il tema delle migrazioni ha fatto parte del suo Dna politico da quando era all’università a Bologna, dove si è laureata in Giurisprudenza nel 2011. Ed è proprio nelle aule del capoluogo che ha maturato le iniziative per i migranti. Su questa e altre vicende poi la deputata è entrata in rotta di collisione con il Pd ed è approdata alla formazione di Pippo Civati, anche lui profugo dal Pd.

«Nel corso dell’incontro – annota in un suo comunicato la Prefettura – che si è svolto in un clima di costruttiva cordialità è stata effettuata una disamina complessiva sulla situazione modenese e sulle iniziative per garantire l’accoglienza. In particolare sono stati affrontati i tre punti qualificanti che garantiscono la sostenibilità dell’accoglienza e che devono essere attivamente perseguiti: l’accoglienza diffusa, la formazione e le attività volontarie di utilità sociale, l’equa distribuzione sul territorio di coloro che chiedono asilo».

L’altro punto che è stato esaminato da vicino è quello che riguarda i tempi e le modalità delle procedure per il riconoscimento della protezione internazionale e dell’iscrizione degli stranieri all’anagrafe di Modena.

Quest’ultimo punto in particolare è stato esaminato alla luce della recentissima legge che regola, da parte degli enti che gestiscono l’accoglienza, l’iscrizione dei richiedenti asilo all’anagrafe della popolazione residente. Non sono mancate le promesse da parte del Prefetto Paba sullo snellimento delle procedure e in particolare dell’impegno del Questore sulla riduzione dei tempi per i permessi di soggiorno.

Alla fine una stretta di mano e la promessa di un aggiornarnamento in caso di novità ha garantito un dialogo che potrebbe tornare utile a breve. Con i continui sbarchi sulle coste anche a Modena arriveranno altri migranti in strutture già sotto pressione. (s.c.)

 

 

http://m.gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2017/07/22/news/migranti-tra-l-eurodeputata-schlein-e-il-prefetto-paba-1.15646271

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •