Migranti, Schlein replica a Salvini: cambiare Dublino difficile ma non impossibile, cominci col convincere Orban.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO STAMPA

Migranti, Schlein replica a Salvini: cambiare Dublino difficile ma non impossibile, cominci col convincere Orban.

Roma, 6 luglio 2019 – “Salvini dice che non gli pare che la maggioranza dei Paesi sia interessata a modificare Dublino, eppure finora quello che si è dimostrato per nulla interessato è proprio lui. Tocca ricordare che la Lega non ha mai ritenuto di partecipare ad alcuna delle 22 riunioni negoziali su due anni che si sono tenute al Parlamento europeo prima dell’approvazione della proposta di riforma del Regolamento di Dublino, e al voto si è astenuta, nonostante il testo cancellasse il criterio che blocca migliaia di richiedenti asilo in Italia ed assicurasse il ricollocamento obbligatorio per tutti gli Stati. Anche da Ministro ha cambiato il pelo ma non il vizio, disertando 6 riunioni dei ministri su 7. Le battaglie si fanno nelle sedi opportune e non su Twitter”.

Lo afferma la ex eurodeputata Elly Schlein, relatrice per il gruppo S&D della riforma del regolamento di Dubino, in risposta alle affermazioni del ministro dell’Interno.

“Riformare Dublino è difficile – continua Schlein -, non impossibile. Noi pur in assenza della Lega ci siamo riusciti con larghissima maggioranza al Parlamento europeo, dove siedono esattamente le stesse nazionalità e famiglie politiche che siedono al Consiglio. 

Il Ministro Salvini è un po’ arrendevole per essere quello che ‘cambierà le regole europee con Orban’. Cominci a convincerlo a cambiare Dublino”, conclude.



  •  
  •  
  •  
  •  
  •