POST GROW CONFERENCE 2018, CRESCITA SOSTENIBILE AL CENTRO DELLE SFIDE EUROPEE. MAR 18 e MER 19 SET Parlamento Europeo, BXL

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COMUNICATO STAMPA

POST GROW CONFERENCE 2018, CRESCITA SOSTENIBILE AL CENTRO DELLE SFIDE EUROPEE. 

Martedì 18 e mercoledì 19 settembre 2018 – a partire dalle ore 10,00 – 
Parlamento Europeo Bruxelles

Bruxelles, 17 settembre 2018 – Ripensare le politiche future e discutere alternative nel rispetto dell’ambiente, dei diritti umani e dello sviluppo economico sostenibile. È l’obiettivo della Post Grow Conference, la due giorni di conferenza organizzata da dieci parlamentari europei di diversi gruppi, per stimolare il dibattito all’interno delle Istituzioni Ue sulla scarsa sostenibilità dell’attuale modello di sviluppo e sulla necessità di ripensare i processi decisionali dell’Unione. 
La conferenza si aprirà martedì 18 settembre alle ore 10.00, presso la sala JAN2Q2, e vedrà diversi esperti alternarsi in quindici panel tematici che affronteranno diversi temi: dall’energia e i cambiamenti climatici, alle nuove tecnologie e le sfide per il mondo del lavoro, ai modelli di sviluppo sostenibile, il Mercato Unico, l’evasione e l’elusione fiscale nell’area Ue.

L’Ue nei prossimi anni dovrà affrontare diverse sfide politiche, sia a livello interno che a livello internazionale. Le disuguaglianze sono aumentate, la disoccupazione è ancora elevata in molte aree e in molti Stati membri la fiducia nel progetto europeo non è mai stata così bassa”, afferma Elly Schlein (Possibile/S&D), tra gli organizzatori dell’evento insieme ai colleghi Philippe Lamberts, Florent Marcellesi e Molly Scott-Cato (Greens/EFA); Guillaume Balas e Kathleen Van Brempt (S&D); Marisa Matias e Helmut Scholtz (Gue); Gerben-Jan Gerbrandy (ALDE) e Alojz Peterle (PPE). 

Schlein presiederà due panel, il primo sul Mercato Unico (martedì 18 set, ore16:00-18:30, JAN 6Q1), che vedrà la partecipazione di Jean-Christophe Defraigne (Saint-Louis University), Joaquim Nunes de Almeida (direttore politiche Mercato Unico); Gabriele Bischoff della German Trade Union Confederation (DGB) e Daniel Seikel, dell’Institute of Economic and Social Research (WSI) della Hans Böckler Foundation.
Il secondo panel si concentrerà, invece, sui temi dell’evasione e l’elusione fiscale, dal titolo “Chi sta rubando il nostro futuro?” (mercoledì 19 set, ore 13:30-15:45, JAN 6Q1) e vedrà la partecipazione di Tove Maria Ryding (Tax Justice Coordinator di Eurodad, European Network on Debt and Development), Sol Picciotto (professore emerito di diritto, Lancaster University), Richard Murphy (professore International Political Economy, City University di Londra) e Philip Kerfs (OECD, direttore della divisione cooperazione internazionale).

Nella due giorni di conferenze metteremo al centro possibili risposte ad alcuni dei problemi più urgenti che riguardano l’Unione e che possono essere affrontati efficacemente solo in un dimensione comunitaria, incidendo profondamente sugli attuali processi decisionali dell’Unione che vanno riformati. Tra queste sfida della giustizia fiscale che va vinta attraverso l’armonizzazione dei sistemi fiscali UE e strumenti di trasparenza fiscale su cui il Parlamento si è già espresso a maggioranza. Soprattutto nei periodi in cui i tassi di crescita sono bassi – conclude Schlein – sarebbe fondamentale affrontare l’evasione e l’elusione fiscali a livello UE e recuperare le risorse fondamentali che potrebbero essere utilizzate per i servizi pubblici e gli investimenti”.

Programma completo e info su: https://www.postgrowth2018.eu



  •  
  •  
  •  
  •  
  •