Bologna non dimentica – 2 Agosto 2018

Bologna non dimentica – 2 Agosto 2018
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Anche quest’anno siamo tanti davanti alla stazione di Bologna per ricordare e chiedere verità e giustizia su quelle 85 vite spezzate che continuano a pesare sulla coscienza del Paese. Non si deludano ancora le aspettative dei familiari delle vittime e di chi, con loro, chiede ancora verità e giustizia.

Il ministro Bonafede oggi ha assunto un impegno al quale speriamo seguano cambiamenti concreti.Troppe volte sono stati traditi gli impegni presi a parole con i familiari quando siamo qui.

A distanza di 38 anni fa sempre un grande effetto vedere il corteo che da piazza Maggiore si dirige alla Stazione, per ascoltare quell’interminabile fischio delle 10.25. Un corteo che si stringe ancora una volta alle famiglie delle vittime e che con la sua presenza marca la decisione caparbia di continuare a chiedere la verità.

Verità per i morti, per la città, per l’intero Paese. Perché questi segreti fanno malissimo al Paese e hanno un peso insopportabile sul futuro. Soprattutto oggi, che assistiamo ad un pericoloso rigurgito fascista in tanta parte d’Italia e d’Europa, non possiamo più sopportare che qualcuno sappia e non parli, che qualcuno copra il filo nero che lega alcune delle vicende più inquietanti e sanguinose della nostra storia, che lo Stato non impieghi tutti i mezzi a disposizione per far emergere le verità nascoste e dovute.

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •