Skip to main content

Dopo un anno e mezzo di intensa attività, la commissione di inchiesta Panama Papers raccoglie oggi i frutti del lungo lavoro approvando un rapporto e delle preziose raccomandazioni.

Abbiamo ascoltato e raccolto le testimonianze degli esperti in numerosi hearing, e abbiamo chiesto e continueremo a chiedere come Parlamento maggiore trasparenza su queste questioni: su elusione ed evasione fiscale l’Europa non può permettersi di fare sconti. Chiediamo che non si badi a spese quando si tratta di fornire alle autorità e alle amministrazioni competenti i mezzi per contrastare e prevenire fenomeni di elusione, evasione e riciclaggio di denaro sporco; e che il Consiglio si muova celermente verso l’approvazione degli strumenti legislativi essenziali per combattere tali piaghe, in primis la rendicontazione paese per paese su cui il Parlamento si è già espresso.

Il voto di oggi della Commissione d’inchiesta va dedicato a Daphne Galizia Caruana, giornalista coraggiosa che ha pagato con la vita in un orrendo omicidio l’aver contributo a far emergere gli scandali su cui oggi questo Parlamento si è espresso prendendo una posizione forte. Anche per questo, chiediamo con forza una direttiva europea che protegga i giornalisti di inchiesta e i whistleblowers: è grazie a loro che certe pratiche odiose ed illegali sono state portate alla luce, ed è inaccettabile che siano lasciati soli, senza tutele e senza protezione.

Ho contribuito anche io al lavoro della commissione PANA ed ai documenti approvati oggi, in particolare sul contrasto all´evasione e all’elusione fiscale nei paesi in via di sviluppo, tema su cui mi sono occupata sin dall’inizio del mandato con un’ambiziosa risoluzione che ho curato in qualità di relatrice: chiediamo una valutazione di impatto delle politiche fiscali europee sui Paesi in via di sviluppo e la trasformazione del UN Taxation Committee in un vero organismo intergovernativo in grado di ridiscutere le regole fiscali globali in condizioni di parità con tutti i Paesi.

I lavori della Commissione PANA hanno chiarito che solamente a livello globale si possono affrontare con efficacia le piaghe dell’elusione e dell’evasione fiscale. Abbiamo ancora molto lavoro da fare, e c’è bisogno di un’Unione Europea forte su questo tema, anche per recuperare la fiducia dei cittadini.

Leave a Reply